La dieta perfetta per perdere 10 chili in poco tempo

Perdere peso è un problema spesso costante nella vita di molti.
Chi per salute e chi altri per bellezza, c’è sempre il desiderio di migliorare il nostro corpo e sentirci bene con noi stessi.

Per chi soffre di obesità gravi il consiglio è sempre quello di rivolgersi a specialisti del settore, come nutrizionisti e dietisti qualificati, per accompagnarsi in un percorso sano di cura di se stessi.

Per tutti gli altri il consiglio è invece di non volgere la propria attenzione a diete lampo o troppo estreme.

Il rischio è di dimagrire troppo velocemente e permettere a questa pratica di risultare dannosa per l’organismo, procurando abbassamenti di pressione, deficit vitaminici e altri problemi di questo tipo.

Una dieta sana ed equilibrata si attua in un periodo variabile ma non istantaneo.
Questo permette alla nostra mente di abituarsi gradualmente a un nuovo stile di vita più sano e di creare una sana abitudine per il nostro organismo, che riattiverà il metabolismo aiutando a combattere l’accumulo di peso nel tempo.

Vediamo come creare la dieta migliore per perdere 10 kg.

RIDURRE L’APPORTO DI ZUCCHERI

Un sacrificio obbligatorio se si vuole perdere peso efficacemente è quello di eliminare gli alimenti contenenti zucchero raffinato.
Sostituire quindi i biscotti della colazione con delle salutari fette biscottate e gli spuntini dolci con della frutta fresca.
Come dolcificante è consigliato utilizzare il fruttosio o gli equivalenti in Stevia.

RIDURRE L’APPORTO DI CARBOIDRATI

I carboidrati contengono pericolosi zuccheri raffinati.
Farne abuso ci costringere ad appesantire la digestione e aumentare l’accumulo di grasso corporeo.

Una dieta bilanciata offre comunque la possibilità di mangiare carboidrati in forma di pane o pasta, ma mai più di cinque, sei pasti la settimana con un peso stimato a porzione attorno ai 60-70gr.

ATTENZIONE AI CONDIMENTI

L’olio è un condimento salutare ed essenziale a una corretta e buona dieta mediterranea.

E’ innegabile però che ha un suo importante apporto calorico.
E’ utile non abusare di questo alimento mantenendo il suo consumo a circa 3 o 4 cucchiai da tavola al giorno come condimento ai pasti.
L’olio va aggiunto a crudo per conservare tutto il suo giusto valore nutrizionale.

Da evitare assolutamente sono le salse composte come ketchup, maionese e altre salse miste confezionate, che sono ricche di conservanti e zuccheri aggiunti.

Consigliamo di fare buon uso dell’aceto come condimento per le insalate.

BERE MOLTO

L’acqua è l’elemento fondamentale per la buona riuscita di una dieta equilibrata.
Aiuta a tenersi idratati.
L’importante però è bere o prima o dopo i pasti, per non appesantirsi in digestione.

CONSUMARE PASTI REGOLARI

Il numero dei pasti giornalieri è importante per abituare l’organismo ad attivare il giusto metabolismo.
Si possono fare circa 4 pasti al giorno, suddivisi in colazione, pranzo, spuntino e cena.

Alcune persone che invece si trovano spesso fuori casa o che non hanno la possibilità di preparare pasti regolari, spezzano i loro pasti in più di 4 al giorno, dividendo il loro apporto di calorie giornalieri in micro pasti da consumare in momenti regolari della giornata. In questo modo si sentono sempre sazi e acquisiscono il loro giusto apporto di energia.

Attenzione anche a consumare la cena almeno due ore prima di coricarsi.

SI’ AI CIBI IMPANATI MA…

E’ certamente possibile, durante una dieta, consumare prodotti di carne o pesce impanati, come le cotolette.
Il patto è che vengano confezionate in casa e che venga usato l’albume d’uovo al posto dell’uovo intero per l’impanatura.
Questo vi permetterà di mangiare un buon pasto senza le calorie del tuorlo.

Per sostituire il fritto, sconsigliatissimo, è possibile cuocere i cibi al forno o in padella.

FARE ESERCIZIO FISICO

Per aiutare il metabolismo a riattivarsi, specialmente se si proviene da uno stile di vita troppo sedentario, è utilissimo attivarsi per fare esercizio fisico almeno per mezz’ora al giorno, tutti i giorni.
Questo sforzo non vuol dire necessariamente iscriversi in palestra, ma anche aiutarsi con passeggiate a passo svelto: una scusa ideale per evitare di prendere l’auto per percorrere brevi tragitti.