La consulenza IT nel mondo 3.0: i vantaggi per le imprese

Se stai aprendo un’impresa, sicuramente ti sarai imbattuto nel concetto di IT. Nel caso, invece, non lo sapessi, l’IT (information technology) è il settore legato alle tecnologie informatiche, fisiche e non. Progettare l’apertura di un’azienda significa sì realizzare un brand, individuare una mission e un target di riferimento, ma è anche progettare l’infrastruttura tecnologica efficace e funzionante.

Spesso non ci si rende conto dell’importanza di quest’operazione e si tende a pensare, soprattutto nel caso di piccole imprese, che un ufficio con un paio di computer e una connessione a internet bastino per gestire efficacemente tutta l’attività. Purtroppo (o per fortuna) non è per nulla così.

Lo sviluppo di un’architettura tecnologica è il frutto di un lavoro su tanti ambiti che cercheremo di esplorare brevemente e l’aiuto di un consulente, spesso, è più necessario che utile. Siti come Smi o altri simili, permettono di ottenere in tempi rapidi soluzioni efficaci in base alle nostre esigenze. Per comprendere meglio, però, di cosa stiamo parlando, cerchiamo di entrare nel merito dell’argomento.

Per quanto riguarda la componente hardware, quella fisica, un’azienda dovrebbe fisicamente progettare un’architettura che va dai computer alle stampanti, dalle connessioni di rete alla presenza o meno di server, sistemi di back-up e protezione dei dati.

Questi sono alcuni dei componenti base, ma se un’impresa necessitasse di qualche dispositivo particolare per la propria attività dovrà ovviamente tenerlo da conto.

Per quanto riguarda, invece, la componente software, si dovrebbe cercare di capire fin dall’inizio, quali sono le esigenze dell’azienda: serve un software gestionale? Di che tipo? Bisogna progettare un e-commerce o un servizio di online banking? Avere un’applicazione può risultare utile? Tutte queste sono domande che ci si dovrebbe porre all’apertura di un’attività di qualsiasi genere.

Capirete che ogni azienda ha, però, le proprie priorità e si concentrerà di conseguenza più su un ramo piuttosto che sull’altro. Tuttavia, le componenti hardware e software vanno sempre sviluppate assieme anche se siamo un’azienda prettamente digitale o che lavora solo offline.

Di fronte all’immensità della materia trattata, dunque, il consiglio di un esperto non può che risultare necessario. Il mondo dell’Information Technology è davvero molto ampio e solo negli ultimi anni si sta capendo che progettare un’infrastruttura adeguata dovrebbe essere una priorità nello sviluppo di un’impresa di successo.

Un’azienda con una buona struttura informatica è sicuramente sempre un passo avanti. Si considerino anche solo i vantaggi che l’implementazione di una tecnologia dà nei confronti della concorrenza: una connessione più veloce, una gestione dell’informazione più efficace e, in definitiva, una semplificazione generale comportano oltre che più produttività anche più guadagno. Il risparmio di tempo e di risorse può essere davvero importante anche solo con un piccolo cambiamento in questo campo.

I vantaggi di affidarsi a un esperto, piuttosto che provare ad agire da soli, sono la creazione di un progetto consapevole, l’esperienza nel realizzarlo e la riduzione al minimo delle spese inutili a cui andremmo incontro, se fossimo soli, abbagliati dalla promozione di turno. Dunque, una volta che la vostra infrastruttura IT sarà pronta e funzionante, non ci resterà che augurarvi buon lavoro.