Come illuminare casa con i led

Le luci a Led sono belle, innovative, economiche ed ecologiche. Questo tipo di illuminazione ha una durata di circa 20.000 ore contro le 2.000 di altre fonti. Una luce a Led, infatti, ha bisogno di meno energia (watt) per produrre la stessa emissione luminosa (lumen) di una fonte a incandescenza o a basso consumo di pari potenza. Secondo le ultime statistiche, il risparmio sulla bolletta elettrica arriva al 50%. Tra i vantaggi anche il basso impatto sull’ambiente: le luci a Led non contengono gas nocivi o sostanze tossiche e producono pochi rifiuti perché vanno sostituite di rado. Inoltre, garantiscono un eccellente comfort visivo. Vediamo come illuminare la casa con i Led.

La casa diventa “intelligente” con le diverse tipologie di luci a Led per interno ed esterno. Sono talmente versatili da diventare un complemento d’arredo. Ogni ambiente della vostra abitazione ha bisogno della giusta illuminazione. In cucina potete scegliere un lampadario con lampadine semplici o a grappolo oppure dei pannelli led. È possibile aggiungere un “dimmer” in modo da regolare l’intensità della luce ed evitare sprechi perché più è bassa la soglia luminosa, minore sarà la richiesta di energia. I faretti a incasso e le strisce a Led sono utili per illuminare un angolo buio o i piani di appoggio. Le strisce vanno montate su un supporto di alluminio, metallo dall’altissimo potere conduttivo. In salotto, nello studio o nelle camere da letto potreste orientarvi verso piantane, faretti a Led fissi o orientabili e strisce flessibili che creano straordinari giochi di luce, bianca o a colori. Un’altra idea è il pannello a Led che si integra con lo stile della casa come se fosse una sorgente luminosa naturale. Anche in questo caso, il “dimmer” serve a creare situazioni diverse di visibilità: relax, lettura, film. In bagno sono da preferire faretti e applique decorative, tubi a Led a incasso sulle pareti e specchi e armadietti retroilluminati. Per un effetto scenografico si può optare per tanti piccolissimi spot sul controsoffitto. Inoltre esiste illuminazione a Led con sensore di movimento: le luci si accendono solo quando rilevano un movimento a una determinata distanza. Sono l’ideale all’interno di una cabina armadio, in cantina, in garage e lungo le scale e utilissime per chi dimentica la luce accesa consumando energia inutilmente.

Per l’esterno della casa una prima soluzione sono le luci a Led con sensore di movimento da piazzare in giardino, nel vialetto o sotto il portico. Illuminandosi con il movimento di una persona o di un auto, garantiscono una maggior sicurezza contro eventuali intrusioni esterne. Si può optare anche per i fari a Led con sensore crepuscolare. Questa tipologia di luce si accende automaticamente all’imbrunire e resta accesa fino all’alba. In giardino o in un patio avete a disposizione diverse opzioni. Potete installare flood cioè apparecchi a parete a luce indiretta con corpo in metallo, i classici grandi fari da muro e luci a Led sotto forma di paletti e piantane, ottime per illuminare percorsi e piscine.