Partner Data: sistemi di fidelizzazione e fidelity card

La fidelizzazione dei clienti è una delle azioni di marketing più vecchia che si possa immaginare. Dai primi sconti per clienti affezionati all’introduzione delle fidelity card, si può parlare di una vera e propria evoluzione dei sistemi di fidelizzazione che, oggi, possono contare su tecnologie avanzate che permettono di controllare e velocizzare tutti i passaggi che, nella maggior parte dei casi, puntano sulla raccolta punti o sul raggiungimento di un determinato tetto di spesa. Indipendentemente dal modo tramite cui si effettua la campagna di fidelizzazione, è fondamentale garantire ai diversi clienti un elevato grado di soddisfazione, in modo che si possa poi puntare sulla fedeltà del cliente verso una determinata attività commerciale o verso uno specifico servizio.

Tra i vari strumenti utilizzati per la fidelizzazione dei clienti vi è la fidelity card, una vera e propria tessera tramite la quale raccogliere punti per il raggiungimento di un premio di vario tipo. I moderni sistemi di fidelizzazione, tuttavia, non sono caratterizzati solo dalla card, ma fanno uso di una serie di strumenti tecnologici che permettono di incrementare la comunicazione con il cliente e la gestione dei punti, sia da parte del consumatore che da parte dell’azienda che offre le diverse promozioni.

Infatti, se una volta la fidelizzazione passava attraverso bollini da attaccare su una tessera cartacea, oggi i sistemi di fidelizzazione offrono la possibilità di controllare, tramite il proprio profilo personale su un determinato sito internet, la propria situazione punti aggiornata quotidianamente, ma permettono anche di ordinare direttamente i premi senza passare dal negozio o dall’azienda che promuove la fidelizzazione, semplicemente inserendo i dati della fidelity card. Va sottolineato, naturalmente che anche le card sono notevolmente cambiate, passando dall’essere semplici tessere in cartoncino a vere e proprie smart card, sulle quali è possibile registrare tutte le informazioni relative al cliente, caricare i punti in seguito ad ogni acquisto e gestire tutte le proprie attività, sia tramite il terminale in azienda, sia tramite i siti internet delle aziende stesse.

Proprio lo sviluppo e la diffusione delle smart card hanno permesso ai sistemi di fidelizzazione di diventare sempre più diffusi e pratici nella gestione, sia da parte delle aziende che da parte dei clienti. In questo contesto, si inserisce con successo Partner Data, azienda che da oltre trent’anni si occupa di sicurezza informatica, distribuzione di smart card e software per fidelity card. Inoltre, grazie alla competenza e alle conoscenze maturate nel settore della fidelizzazione, Partner Data ha creato una piattaforma online specifica per il controllo dei circuiti di fidelizzazione, ossia per migliorare la gestione e il controllo dei dati e delle informazioni che riguardano i clienti e le aziende e per implementare e migliorare le caratteristiche dei circuiti stessi.

La sicurezza dei dati nei sistemi di fidelizzazione

software fidelity cardAlla base dei moderni sistemi di fidelizzazione vi sono dei sistemi informatici caratterizzati da un elevato livello di sicurezza. Nella maggior parte dei casi, infatti, i programmi di fidelizzazione prevedono la raccolta dei dati dei clienti, fondamentali per la consegna dei premi, ma anche per elaborare statistiche sul marketing e permettere alle aziende di effettuare scelte sui differenti programmi da applicare, siano essi relativi a sconti, a premi o ad altro.

A seconda dei programmi, quindi, e anche a seconda delle informazioni necessarie per portarli avanti, le smart card o altri dispositivi elettronici che vengono utilizzate come fidelity card sono caratterizzate da sistemi di sicurezza più o meno avanzati. Nel caso delle smart card, ad esempio, le possibilità di scelta sono diverse, ossia è possibile scegliere tra le carte a memoria, a memoria protetta o con microprocessore. In linea di massima, le fidelity card per la semplice raccolta dei punti sono card a memoria o, in determinati e particolari casi, a memoria protetta. Queste carte, infatti, garantiscono una protezione di base sufficiente ad assicurare il mantenimento della privacy del cliente. La raccolta di punti, ossia il caricamento di punti sul supporto della fidelity card, avviene tramite contatto tra la card e un lettore-scrittore oppure, in caso di card con banda magnetica, per strisciamento della carta stessa.

Il binomio lettore-card è fondamentale per il corretto funzionamento di un sistema di fidelizzazione, così come è fondamentale avere la possibilità di utilizzare software di facile utilizzo per poter gestire al meglio la raccolta punti. Quando inizia una raccolta, la registrazione del cliente permette l’affidamento di una card, sulla quale vengono riportati i dati del cliente, ossia una card personale, che permette di caricare punti con il procedere degli acquisti e di scaricarli quando si ottiene il premio richiesto. Si tratta di passaggi molto semplici e immediati, soprattutto se supportati da un sistema di gestione ed elaborazione dati semplice e veloce da utilizzare.

Proprio per questo motivo Partner Data distribuisce un sistema rapido e intuitivo, denominato ArgoWeb. ArgoWeb è un sistema che opera direttamente online, permettendo quindi alle aziende di monitorare e valutare una serie di parametri fondamentali non solo per il punteggio dei clienti, ma soprattutto per la valutazione degli acquisti, delle preferenze della clientela e molto altro. Si tratta di informazioni che, a loro volta, permettono all’azienda di migliorare i propri sistemi di fidelizzazione, adattandoli sempre di più alle necessità ed esigenze dei clienti.

Per garantire il perfetto funzionamento ed utilizzo di ArgoWeb, Partner Data distribuisce diversi tipi di terminali POS e un gran numero di smart card o tag, tutti da personalizzare, per assicurare sempre la massima visibilità all’azienda che ne fa uso. Le informazioni che vengono inserite sul software di ArgoWeb, come già specificato, sono di cario tipo, ossia sono tutte le diverse informazioni relative agli acquisti effettuati, alla data e all’utente che ha effettuato tali acquisti: queste informazioni sono fondamentali anche per lo studio statistico delle vendite, nei diversi periodi del mese o dell’anno. Va specificato che, per garantire la privacy dei clienti, le informazioni soggette ad elaborazione non riportano i dati del cliente, ma solo il numero della fidelity card, permettendo quindi di comprendere le scelte univoche di un cliente senza tuttavia sapere di quale cliente si tratta.

L’uso di terminali POS per la lettura delle fidelity card

Un punto fondamentale da sottolineare è che non tutte le fidelity card hanno la forma di una card. Si possono infatti realizzare diversi sistemi di fidelizzazione, da realizzare con forme differenti anche a seconda dell’uso che se ne deve fare. Se presso negozi e supermercati le smart card rappresentano la forma più comune di sistemi di fidelizzazione, esistono altre forme di sistema di fidelizzazione che fanno uso di tag di tipo differente. In strutture sportive come palestre o piscine, ad esempio, il passaggio continuo di clienti in entrata e in uscita, ha messo in evidenza che esistono mezzi più pratici per la fidelizzazione, quali ad esempio tag di prossimità o chiavi elettroniche.

Su questi supporti vengono registrati tutti i dati dei clienti, in modo che si possa, in ogni momento, conoscere quanti e quali tipi di servizi sono possibili per ogni cliente, a seconda del tipo di abbonamento effettuato. In questo caso, lo scopo della fidelity card, indipendentemente dalla sua forma, non è solo quella di raccogliere eventuali punti, ma anche di verificare i pagamenti mensili degli abbonamenti o il tipo di servizi che possono essere utilizzati. In questo caso, quindi, si tratta di un servizio integrato, che permette anche di effettuare un controllo degli accessi in aree riservate e non aperte a tutti, come appunto una sala attrezzi o una piscina. A seconda dei servizi permessi, ossia caricati sul tag, è possibile effettuare acquisti presso i bar delle strutture o altro.

Si può facilmente comprendere, quindi, che oltre ad avere card di ultima generazione e software in grado di analizzare e gestire tutti i dati, un altro elemento fondamentale per il corretto uso dei programmi di fidelizzazione è il terminale, ossia il POS. La scelta del terminale va fatta, come per gli altri elementi, tenendo conto del tipo di utilizzo che se ne deve fare. In caso di necessità particolari, Partner Data è in grado di sviluppare applicazioni specifiche, per assicurare il più corretto utilizzo del POS stesso.

Tra i diversi terminali suggeriti da Partner Data vi è la serie Ingenico, con il modello iWL 200. Si tratta di una serie di terminali portatili, molto semplici da utilizzare grazie ad un display di facile lettura ed una tastiera semplice ed immediata. Presenta una batteria in grado di garantire un elevato numero di transazioni giornaliere. A seconda delle esigenze, è possibile scegliere il modello con modulo di comunicazione via Bluetooth o GSM/GPRS. Il primo è consigliato quando siano previsti collegamenti radio a distanze non superiori di centro metri mentre il secondo è indicato per le comunicazioni via cellulare.

Il modello ICT di Ingenico, invece, rappresenta un’evoluzione del modello precedente, ed è suggerito per quanti hanno la necessità di soddisfare un gran numero di richieste di mercato. Molto pratico da utilizzare, questo terminale è in grado di leggere vari tipi di smart card, da quelle a banda magnetica a quelle con CPU, assicurando sempre la massima sicurezza e precisione nella comunicazione. La comunicazione al terminale avviene tramite diversi canali, ossia via modem, via GSM/GPRS, via USB o anche tramite connessione seriale. Sono la soluzione ideale per moltissime applicazioni, e sono perfetti per la lettura e gestione delle fidelity card.